Il fornitore cooperativo di energia elettrica rinnovabile, sostenibile, etica   |   SOCI ÈNOSTRA:  6.718   |   AREA RISERVATA

 

Superbonus 110%

Il Superbonus è un’agevolazione che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

 

CHI NE PUÒ BENEFICIARE?

Il beneficio economico derivante dal Superbonus può essere richiesto da condomìni, da persone fisiche (al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni) su unità immobiliari, da Istituti autonomi case popolari, da cooperative di abitazione a proprietà indivisa, da organizzazioni non lucrative di utilità sociale, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e da associazioni e società sportive dilettantistiche.

DOV’È POSSIBILE INTERVENIRE?

Gli interventi devono essere realizzati su parti comuni di edifici residenziali in condominio, su edifici unifamiliari, su unità immobiliari indipendenti con uno o più accessi autonomi e su singole unità immobiliari residenziali all’interno di edifici in condominio unitamente ad interventi condominiali che già accedono al superbonus. L’edificio, nella sua interezza dovrà migliorare di almeno due classi energetiche.

Vuoi ottenere il superbonus con ènostra?

Tipologia di interventi ammissibili

Il Superbonus spetta in caso di interventi “trainanti” quali:

  • interventi di isolamento termico  di pareti, tetti, pavimenti;
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;
  • interventi antisismici.

Oltre agli interventi sopra elencati, rientrano nel Superbonus anche le spese per interventi eseguiti insieme ad almeno uno dei “trainanti” e per questo definiti “trainati”. Si tratta di:

  • interventi di efficientamento energetico;
  • installazione di impianti solari fotovoltaici e di sistemi di accumulo;
  • infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

 

Detrazione fiscale o cessione del credito?

La detrazione è riconosciuta nella misura del 110% delle spese sostenute, da ripartire in 5 quote annuali di pari importo, entro i limiti di capienza dell’imposta annua derivante dalla dichiarazione dei redditi.

In alternativa alla fruizione diretta della detrazione, è possibile optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori dei beni o servizi (sconto in fattura) o per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante. La cessione può essere disposta in favore:

  • dei fornitori dei beni e dei servizi necessari alla realizzazione degli interventi
  • di altri soggetti tra cui, in particolare,  istituti di credito e intermediari finanziari.